• Al momento il tuo carrello è vuoto

CONCERTI


LES GAILLARDS D’AVANT

(Francia)

Facebook: facebook.com/lesgaillardsdavant 


Les “Gaillards d’avant” sono un gruppo alimentato dalla sete d’avventura e di folclore. Moyo, l’instancabile uomo del banjo, Yolain il fisarmonicista e Louis il basso baritono, sono i membri di questo trio di marinai. Nei loro arrangiamenti grezzi rivivono gli umori e il clima delle osterie di una volta. Le loro rivisitazioni delle melodie di un tempo sono un cocktail perfetto che concilia racconti di viaggi, feste e musica.


ETHNO CAMP CONCERTS


“Ethno Camp” è una piattaforma per costruire rispetto e tolleranza, per preservare il patrimonio culturale e per garantire che la musica tradizionale, popolare e mondiale viva tra i giovani e sia trasmessa di generazione in generazione. Allarga e approfondisce le relazioni tra musicisti e culture di tutto il mondo, consentendo ai partecipanti di costruire un maggiore apprezzamento reciproco delle rispettive culture attraverso la musica. Ethno utilizza la musica come un potente strumento per combattere la xenofobia, l’intolleranza e il razzismo.


CHVENEBUREBI

(Georgia)

Homepage: chveneburebi.com

Facebook: facebook.com/chveneburebiband


Il gruppo folk “Chveneburebi” è composto da 9 membri. Ognuno di loro proviene da diverse parti della Georgia, il che li aiuta a mantenere le tradizioni e lo stile di canto dei vari villaggi.

Oltre al canto, ogni membro del gruppo balla e suona strumenti popolari georgiani. Ognuno di loro si distingue per lo speciale timbro vocale.

I “Chveneburebi” viaggiano regolarmente nelle varie regioni della Georgia, andando alla scoperta di antiche canzoni popolari e delle loro varianti, così come di registrazioni d’archivio per proporle al pubblico. Dalla sua fondazione Il gruppo si è esibito con successo anche all’estero, sia in Europa che in Asia.


TRIO MANOUCHE

(Gran Bretagna)

Homepage: triomanouche.co.uk

Facebook: facebook.com/TrioManouche


I “Trio Manouche” sono probabilmente l’ensemble gypsy swing più amato del Regno Unito. Si sono esibiti per alcune delle feste private e degli eventi più glamour del mondo. Celebrità, critici, stampa del settore e clienti privati si sono messi in fila per ricoprirli di lodi, con Sting, Guy Ritchie, KT Tunstall e, più recentemente, Jools Holland tra i loro fan.

Il set del Trio Manouche amalgama il repertorio fondamentale della leggenda della chitarra gitana Django Reinhardt con gli arrangiamenti ritmici delle band di grandi dello swing tradizionale quali Nat King Cole e con l’acclamato materiale originale del leader della band Simon Harris.


BEL AIR DE FORRÒ

(Brasile / Francia)

Homepage: la-criee.com/bel-air-de-forro

“Bel Air de Forrò” nasce dall’incontro della cantante brasiliana Mariana Caetano, un tornado in scena, con Yann Le Corre, fisarmonicista virtuoso della nuova generazione di musicisti bretoni e con Marcelo Costa, implacabile percussionista di San Paolo. Una fusione musicale, un suono unico che spazza via ogni cosa sul suo cammino..

Dal 2012, “Bel Air de Forrò” è un gruppo imbevuto della musica del nord-est del Brasile. I tre musicisti hanno ripreso la tradizione musicale popolare attraverso il Forrò, il Xote, la Ciranda, il Coco e la Quadriglia. Al suono della fisarmonica, degli zabumba e di calde canzoni, invitano a ballare in coppia, in cerchio, allacciati come una famiglia.


DUO RUUT
(Estonia)

Homepage: duoruut.ee

Facebook: facebook.com/duoruut


“Duo Ruut” nasce dall’incontro tra due amiche, ma soprattutto tra due musiciste di background e gusti abbastanza diversi. Nel 2017 Katariina Kivi e Ann-Lisett Rebane si sono ritrovate sedute insieme a confrontarsi con una cetra estone. Ciò ha rappresentato un nuovo inizio per il duo, offrendo loro molte opzioni per inventare e padroneggiare nuove tecniche. Comporre su uno strumento pone dei limiti, e questa è diventata la sfida principale per il duo.


AMRAT HUSSAIN TRIO 
(India)

Facebook: facebook.com/Amrat-Hussain


L’”Amrat Hussain trio” è l’erede di un sapere musicale tramandato da sette generazioni da una prestigiosa famiglia di musicisti indiani.

I tre fratelli originari di Jaipur, Rajasthan, presentano il repertorio classico e Sufi del nord dell’india. Il gruppo è composto da Amrat Hussain e Teepu Khan alle tablas e canto, e da Sanjay Khan all’armonium, alle kartaals (nacchere indiane) e al canto. Il loro linguaggio musicale, intriso di virtuosità, di minuziosità ed eleganza porta lo spettatore in un universo fantastico.

La grande padronanza della loro arte e la complicità in scena garantiscono grande forza espressiva e una rara intensità.


THE WARSAW VILLAGE BAND
(Polonia)

Homepage: www.warsawvillageband.net

Facebook: facebook.com/WarsawVillageBand


“The Warsaw Village Band” è stata creata nel 1997 in risposta alla ristrettezza della scena musicale che ritenevano stesse portando alla distruzione della dignità umana. Sono perciò tornati alle loro radici esplorando il folklore e le sonorità arcaiche dei loro antenati.

All’inizio del 2004 a Edimburgo sono stati insigniti dal il BBC World Music Award. Dal 2006 hanno vinto 3 Polish Grammy “Frederik Award”. I loro CD sono stati concessi in licenza in America e in Giappone e sono attualmente l’ensemble dell’Europa orientale di maggior successo al di fuori del mainstream. Il New York Times li ha considerati una delle band più importanti sulla scena della musica mondiale definendoli “il suono della globalizzazione!”.


SONA JOBARTEH
(Gambia)

Homepage: sonajobarteh.com

Facebook: facebook.com/sonajobarteh


“Sona Jobarteh” è la prima donna virtuosa professionista femminile di Kora, proveniente da una delle dinastie di Griot dell’Africa occidentale. La straordinaria reputazione del suo lignaggio vanta rinomati maestri di Kora, tra cui suo nonno Amadu Bansang Jobarteh e suo cugino, il leggendario Toumani Diabaté. Sona è rinomata per la sua abilità di strumentista, la sua voce distintiva, le melodie contagiose e la sua grazia sul palco, e ha rapidamente raggiunto il successo internazionale quale interprete di alto livello. La richiesta di esibizioni dal vivo di Sona Jobarteh è aumentata vertiginosamente negli ultimi anni e il 2019 l’ha vista esibirsi in alcuni dei festival e dei luoghi più famosi del mondo come l’Hollywood Bowl di Los Angeles, il WOMAD in Australia e Nuova Zelanda e il Symphony Space di New York City, mentre si esibisce anche in tutta Europa, in Cina, Africa e Canada.

Sona ha la capacità unica di toccare il pubblico di tutto il mondo e di ogni provenienza e cultura. Il suo repertorio raffinato vede aumentare in continuazione il numero dei suoi fan.

Sona è apparsa in veste di cantante in film pluripremiati come l’hollywoodiano Mandela, Long Walk to Freedom e The First Grader, quest’ultimo vincitore del premio “Discovery of the Year” agli Hollywood World Soundtrack Awards nel 2012.


DOBRANOTCH
(Russia)

Homepage: dobranotch.ru/english.html

Facebook: facebook.com/dobranotch


La band “Dobronotch” nasce in Francia nel 1998 dall’incontro di vari musicisti russi uniti dalla voglia di dar vita a qualcosa di unico e speciale. Il gruppo, ora basato a San Pietroburgo, combina musiche tradizionali russe con musiche slave e kletzmer. Una miscela esplosiva adatta ad ogni tipo di concerto. Dai grandi festival ai piccoli club il gruppo è un divertimento assicurato.


NECKARGANGA

(India/Germania)

Homepage: neckarganga.com

Facebook: facebook.com/neckarganga


Il gruppo “Neckarganga” nasce nel febbraio 2014 dall’incontro nell’“International Music Centre Ashram” a Varanasi, dei musicisti Peter Hinz (percussioni) e Steffen Dix (Sassofono) con Keshav Rao Naya e il figlio Sandip Rao Kewale entrambi insegnanti di tabla. Al quartetto si aggiunge il giovane insegnante di Sitar Shyam Rastogi. La band completa che include il musicista di basso Jonathan Sell, si forma nel luglio 2015 a Mannheim. Grazie al supporto della città di Mannheim e “The Oriental Music Academy” la band presenta al pubblico il suo primo album intitolato “Innaad“ e nel 2019 esce il loro secondo lavoro “Swanaad”


GOCCIA DI VOCI

(Svizzera)

Homepage: www.gocciadivoci.ch

Facebook: facebook.com/gocciadivociticino


Nel 2016 “Goccia di Voci” ha festeggiato i suoi 20 anni di attività. Attualmente il coro è composto da 50 voci, dai 20 ai 75 anni.

L’approccio alla coralità del direttore Oskar Boldre è caratterizzato da interpretazioni vibranti: la voce diventa strumento e la componente ritmica assume grande rilievo. Ogni brano è arrangiato dal direttore e adattato all’organico, reinterpretando la versione originale. L’intento è quello di restituire, alla musica ed ai concerti, la gioia ricevuta imparando i canti. Gli arrangiamenti hanno la particolarità di utilizzare le voci come un’orchestra timbrica.


DOM LAMPA TRIO

(Brasile / Svizzera / Serbia)

Homepage: www.domlampa.com
Facebook:
facebook.com/domlampa0

Dom Lampa (chitarra, voce) ci porterà in un viaggio diverso attraverso il Brasile.

Samba di Favela, Forró, Carimbó e cumbia, oltre ai suoi reggae e raggamuffin. Il tutto arricchito dal groove di Manuel Beyeler (percussioni) e dal sapore balcanico di Goran Rango (fisarmonica).