SABATO / SATURDAY


SUTARI


Sutari è il potere di tre voci femminili che si intrecciano in un’armonia musicale unica. La loro musica è una fusione di tradizione e modernità, realizzata con trance e composizioni polifoniche, intrecciate attorno a temi di natura, libertà, femminilità e sorellanza. La band ha creato uno stile unico di interpretazione delle canzoni tradizionali e di creazione di racconti musicali. Le artiste sperimentano varie tecniche vocali, creano i propri strumenti ed esplorano il potenziale musicale degli oggetti di uso quotidiano. Arrangiano canzoni tradizionali polacche e ne compongono di proprie.

www.sutari.pl


ASSURD


Le Assurd nascono come trio nel 1993. L’idea base era quella di riproporre un corpus di canti del Meridione d’Italia partendo dalle ricerche a stretto contatto con i vecchi cantori e dallo studio condotto sui testi e gli archivi più importanti.

Nella formazione attuale, si è aggiunta la cantante e percussionista Chiara Carnevale, e – per la prima volta nella storia del gruppo, orgogliosamente caratterizzato dalla femminilità -, una presenza maschile: quella del contrabbassista Fulvio Di Nocera. Un innesto giovane e fresco che permette al progetto “Assurd” di essere senza tempo, forte della storia e delle collaborazioni che hanno caratterizzato quasi un trentennio di produzione artistica.


www.assurd.com


ADDIO LUGANO BELLA


Nel novembre del 2023 la RSI ha lanciato il primo documentario su Pietro Gori e sul passaggio degli anarchici in Ticino fra fine Ottocento e inizio secolo. Questo percorso ha una naturale colonna sonora, in una delle canzoni più note e cantate al mondo “Addio Lugano bella”, è una storia universale, ma che ha in Svizzera uno snodo importante.

Per questo documentario, la RSI ha commissionato una colonna sonora ad alcuni musicisti che da anni si occupano di canto popolare. Ne è uscito un progetto entusiasmante che è andato ben oltre le aspettative e che ha preso una vita autonoma rispetto al film documentario.


DANÛK


Danûk è musica che trascende i confini. Fondata a Istanbul nel 2015 in un periodo di trambusto, la band remixa canzoni popolari curde creando ricordi di un passato geografico complesso.

Dopo aver lasciato la guerra in Siria, il gruppo di musicisti, diplomati nei migliori programmi di belle arti e musica della Siria, si è esibito nelle strade di Istanbul usando il proprio talento come mezzo di sopravvivenza. Qui sono stati scoperti e assunti da un’impresa sociale per contribuire a comporre colonne sonore per film e radio.

Grazie al loro successo, hanno potuto aprire uno studio di registrazione e partecipare a festival in Turchia. Sono sostenuti dal British Arts Council.

www.womex.com/virtual/molpe_music/danuk


BUZZ'AYAZ


Proveniente da Nicosia, la capitale divisa di Cipro, questo nuovo progetto guidato da Antonis Antoniou – fondatore delle pluripremiate band Monsieur Doumani e Trio Tekke – porta un’aria fresca di psichedelia, rock e blues del Mediterraneo orientale.

Il groove dinamico e insolito della batteria tribale e i feroci riff di clarinetto basso producono una cupa fantasticheria simile a una trance.

Il risultato è un paesaggio sonoro urbano confuso di trame di synth ed elettronica dub, allusioni all’organo psichedelico degli anni ‘70, espressioni di ance ringhianti e spezie melodiche anatoliche microtonali.

https://buzzayaz.com


FULU MIZIKI


Fulu Miziki è un collettivo di artisti che arriva direttamente da un futuro in cui gli esseri umani si sono riconciliati con la madre terra e con sé stessi. Questo collettivo multidisciplinare di artisti ha sede nel cuore della capitale congolese Kinshasa ed è stato fondato da Pisko Crane il quale, sempre alla ricerca di nuovi suoni, ha trascorso molto tempo a concettualizzare un’orchestra composta da oggetti trovati nella spazzatura, strumenti in costante cambiamento.

Nell’ideologia musicale di Fulu Miziki, per le loro esibizioni è essenziale la realizzazione di costumi, maschere e strumenti. Il loro sound unico è un messaggio panafricano di liberazione artistica, pace e uno sguardo severo alla situazione ecologica della Repubblica Democratica del Congo.


https://www.facebook.com/Fulumusic